Le regole dello Champagne

Luglio 1, 2022

News

Più simile a uno stile di vita che a un semplice vino, lo champagne possiede un preciso “bon ton” che può tornarvi utile per conquistare gli esperti o per vivere appieno l’esperienza.

Abbiamo raccolto alcune regole basilari. Le altre potete scoprirle nella Masterclass “Lo Champagne dal dolce al pas dosé”, 3 ore di formazione e degustazione dedicate alla denominazione più famosa al mondo, in compagnia di Andrea Gori, Ambassadeur du Champagne.

Eleggere la Maison del cuore

Scegliete la vostra Maison preferita e proponetela come vostro ideale di Champagne. Esplorare le Maison e i loro vini è importante, ma tenete sempre a mente il vostro gusto ideale (e una giustificazione interessante per la vostra scelta). Più o meno pieno, acido o intenso: ogni Champagne è unico.

Conoscere le Cuvée de Prestige

Ogni Maison possiede un suo marchio di lusso da conoscere e, all’occasione, sfoggiare. I più famosi sono Dom Perignon di Moët et Chandon , Winston Churchill di Pol Roger e Cristal di Louis Roederer. Ma attenzione ai prezzi! 

Dosé ou pas?

Per precisarne lo stile, ogni Maison aggiunge al proprio Champagne una certa dose di zucchero. Se volete far emozionare un appassionato di vini, però, vi consigliamo di ordinare uno Champagne pas dosé (senza zucchero).

Scegliere il formato

Il miglior formato è il Magnum (1,50 lt), poiché invecchia meglio e restituisce un vino più fresco rispetto alla bottiglia da 0,75. Un segreto da esperti? Alla flûte preferite un bicchiere da bianco importante e giratelo lentamente.

Chiedere l’annata

Nella zona dello Champagne le annate sono una cosa seria, da un anno all’altro i vini cambiano e scegliere la giusta annata è fondamentale. Negli ultimi trent’anni le migliori sono state il 1990, il 2008 e il 2012, ma nulla batterà il mitico 1921.

Non storpiare il nome

Lo “sciampagn” non esiste. Non storpiate mai il nome dello Champagne! Se non sapete pronunciarlo preferite il nostrano Prosecco. Certo, sono vini molto diversi che non andrebbero neanche accostati, ma almeno vi risparmierete l’imbarazzo.

Citare, citare, citare

Amato da celebrità, artisti e reali, lo Champagne vanta una collezione di citazioni e aneddoti. Celebratelo usando le parole di Oscar Wilde, Madame de Pompadour, Colette o Lily Bollinger.

Attorno allo champagne, uno dei vini più pregiati al mondo, girano secoli di storia, cultura e sapienza. Un patrimonio a rischio, costretto ad affrontare la pericolosa sfida del cambiamento climatico.
La nostra Masterclass “Lo Champagne dal dolce al pas dosé” è un viaggio alla scoperta della patria e dei segreti del re dei vini, accompagnato da 8 assaggi indimenticabili. Vi aspettiamo il 19 luglio a Roma per degustazioni esclusive e approfondimenti teorici. 

Condividi

Leggi anche

News

Turismo: 5 nuove professioni che forse non conoscevi

Turismo: le cinque professioni che forse non conoscevi Il modo di scegliere, organizzare, viaggiare e fruire di un’esperienza turistica è cambiato moltissimo negli ultimi anni. Basti pensare a un caso …

Interviste

Alla scoperta del Payroll Specialist

Intervista a Enzo De Fusco, Consulente del lavoro, fondatore di De Fusco Labour&Legal e coordinatore scientifico del Master Payroll Specialist. Alla scoperta del Payroll Specialist Nel tempo la gestione del …

Eventi

Food&Wine Italia Awards: Treccani Accademia partner dell’evento.

Treccani Accademia partner per le categorie Responsabilità sociale nel vino e Innovazione nel vino. Quattordici le categorie premiate, dalla cucina all’interior design, passando per la responsabilità sociale. Food&Wine Italia Awards …

Interviste

Sviluppare competenze per affrontare tempi incerti

Sviluppare competenze per affrontare tempi incerti Intervista ad Alessandro Innocenti, responsabile della Formazione Corporate di Treccani Accademia “Se vi chiedessero qual è il miglior investimento, cosa rispondereste?”, si chiedeva qualche …